Passa ai contenuti principali

Post

Il regno delle Asturie, l'alba della Reconquista.

Oggi parleremo di un regno che non solo riuscì ad opporsi al tentativo di completo assoggettamento della Spagna al potere musulmano, ma che fu in grado di contrattaccare e dare inizio a quel lungo ed epico processo di espansione conosciuto con il nome di Reconquista.




Post recenti

Come e perché i musulmani invasero la Spagna

In questo primo video affronterò il tema dell'invasione islamica della Spagna, un evento che seppur ristretto ad una parte del continente, avrà ripercussioni profonde in tutta la storia europea


La necropoli ebraica di Lucena (Córdoba) - Spagna

Lucena, città situata nell’Andalusia centrale a metà cammino tra Cordoba e Malaga, deriva il suo nome dall’ebraico Eli Ossana (Dio ci preservi) e fin dall’antichità è conosciuta come “La perla di Sefarad”, termine con cui gli ebrei identificavano la Spagna. Sefarditi furono infatti gli ebrei insediatisi nella penisola iberica fin dall’epoca romana ed espulsi con un decreto reale della Regina Isabella I nel 1492, pochi mesi dopo l’entrata dei Re cattolici a Granada. Assieme agli Ashkenaziti (provenienti dall’Europa nord-orientale), i Sefarditi - che dopo l’espulsione ripararono in altri paesi dell’Europa mediterranea e soprattutto nell’Impero ottomano – costituiscono i due grandi ceppi etnico-culturali maggioritari nella comunità ebraica contemporanea.
Si sa con certezza che la popolazione ebraica di Lucena era numerosa e ricca e dedita a numerose attività produttive e mercantili tra cui spicca il fiorente commercio degli schiavi. Le tracce di questo florido passato sono state in larga …

Omar ibn Hafsun, il ribelle che fece tremare al-Andalus

Reinhart Dozy, nella monumentale opera sulla Spagna islamica non riesce a nascondere i suoi numerosi preconcetti riguardo al carattere ribelle e quasi anarchico degli andalusi. Realisticamente, le sue credenze hanno più il sapore di un’acredine immotivata che di una conoscenza profonda dell’anima di quel popolo, ma spesso nell’immaginario collettivo la percezione (soprattutto negativa) di un fenomeno sovrasta di gran lunga la realtà dei fatti. Sociologi, antropologi e anche gli storici contemporanei avrebbero molto da ridire sui giudizi sprezzanti dello studioso olandese, ma è pur vero che nel XIX secolo non era insolito ritrovarne addirittura di peggiori. Fu proprio quella l’epoca in cui si forgiarono i più tenaci stereotipi che ancora oggi resistono tormentando la storia della Spagna nell’Età Moderna. Bandoleros, picaros e monfies affollano con la loro presenza le pagine della letteratura (autoctona e di importazione) di quella regione del paese e sarebbero l’esempio incontrovertibil…

Nasce Historadio, la nuova webradio dedicata alla storia

Avviso ai naviganti! Nasce Historadio. Una webradio che parla di storia a 360°. Approfondimenti, recensioni di libri e guide ai luoghi della memoria. La prima puntata è dedicata alla resistenza nelle Asturie e al mito fondativo della Spagna cristiana.


https://www.spreaker.com/user/historadio/la-resistenza-nelle-asturie-e-il-mito-fo


Pubblicazione: "La schiavitù nella penisola iberica"

Il massacro degli ebrei di Granada (1066)

Per commemorare il Giorno della Memoria vi propongo questo mio articolo pubblicato dal sito Zhistorica

Il Massacro degli Ebrei di Granada, che ebbe luogo il 30 dicembre 1066, rimane uno dei pogrom più sanguinosi della storia europea. E anche il meno conosciuto. Nessun altro luogo come Granada ha la capacità di evocare in maniera così diretta e vivida l’immagine di al-Andalus. Granada e non Cordoba, la grande capitale degli emiri, dei califfi Omayyadi e del potente Almansur, ne è diventato il simbolo supremo ed universalmente riconosciuto.
Granada o Garnata Al-Yahud (Granada dei giudei) all’inizio della sua storia non era altro che un piccolo sobborgo della più grande e famosa città di Elvira ai piedi della Sierra Nevada. Cominciò ad espandersi durante le varie fasi dei regni di taifas e acquistò di fatto l’indipendenza sin dal 1013 sotto la dinastia Zirì, la perse durante l’espansione degli imperi Almoravide e Almohade, riconquistandola nel 1238 sotto la dinastia Nazarì che terrà la …