Un ringraziamento doveroso ed un invito a viaggiare...









Voglio ringraziare tutti coloro che hanno deciso di partecipare al sondaggio che qualche giorno fa ho pubblicato sul blog.
Una consistente maggioranza dei votanti si è espressa ritenendo la dominazione islamica un evento positivo per la Spagna stessa e per l'Europa.
Devo ammettere che ho speso molto tempo e fatica nel tentativo di conoscere sempre di più e meglio le vicende storiche, sociali e umane relative a quel periodo e a quell'ambiente, ma è tuttora difficile riuscire a farsi un'idea netta e precisa in senso negativo o positivo.
Tutto ciò che riguarda il passato ha avuto una ricaduta sul presente e ne avrà anche sul futuro e ritengo molto difficile riuscire a dare giudizi sulla bontà o meno di certi eventi. Semplicemente sono avvenuti e a noi non resta che analizzare e affrontare le conseguenze che hanno comportato.
Il compito dello storico non dovrebbe essere quello del “giudice”, ma quello asettico e distaccato dello scienziato che guarda agli eventi nel modo più oggettivo possibile.
Ora, io non sono né così bravo a farlo, né così illuso da credere che gli altri lo siano, in quanto è davvero impresa sovrumana parlare di storia senza filtrarla attraverso la propria sensibilità il proprio vissuto e perché no, i propri pregiudizi e le proprie aspettative.
Premesso questo, però, mi sono ripromesso di offrire al lettore che avrà la pazienza, la voglia e anche il coraggio di seguirmi in questa impresa, una serie di contenuti che siano il più possibile aderenti alla realtà, senza distorsioni o preferenze.
Come ho detto il compito è difficile e io non sono esente da difetti, ma posso promettere il mio massimo impegno in tale direzione.
Nel post inerente alla “scarsa” bibliografia in italiano relativa a quel periodo, ho fatto presente quali sono le difficoltà che lo storico ricercatore incontra. Perciò voglio offrirvi articoli basati su fonti attendibili e pubblicazioni serie soprattutto in lingua spagnola e inglese che in Italia non si trovano o non sono state tradotte e voglio parlarvi di luoghi che conosco e frequento per motivi di studio e personali.
Mi metto fin da subito a disposizione di quanti vorranno approfondire i temi trattati attraverso un confronto diretto e franco, senza filtri. Studio quel periodo per passione e voglio condividere quello che riesco ad imparare perché mi rendo conto che oggi il tema del rapporto fra cristianità e islam e più recentemente tra Occidente e islam è di stretta attualità. Per comprenderlo è necessario avere ben chiare quali sono state le vicende fatte di incontro e contrapposizione che ormai datano a circa 1400 anni e che nella penisola iberica si sono sviluppate per quasi 800.

Come potete vedere di cose da raccontare ce ne sono moltissime. Il viaggio nel tempo sarà lungo e ringrazio fin da ora coloro che vorranno accompagnarmi in questa avventura.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Intervista esclusiva ai curatori del blog "Arqueo al-Andalus", importante punto di riferimento per gli studiosi ed appassionati spagnoli.

711 d.C. L'invasione musulmana della Spagna

Il mito (falso?) di al-Andalus